Make your own free website on Tripod.com

Home

SE IO AVESSI CANCRO | Francescano Cura il Cancro | La Cura di Tutti Cancri | Programma Antiparassitario | Equinacea | Salvi il suo Corpo | La Legge di Ferro del Cancro | Più Riguardo il Cancro | Chemioterapia? | Chemioterapia 2 | Testimonianza | Guest Book ed Aggiornamenti
Alternative Contro il Cancro
Salvi il suo Corpo

La Dottoressa Catherine Kousmine autrice del libro Salvi il suo Corpo

In agosto di 1992, a 88 anni di età, morì in Svizzera la Dra. Catherine Kousmine senza che nessuna pubblicazione medico ufficiale si facesse eco della sua sparizione.

Neanche durante la sua lunga corsa affezionata all'investigazione e trattamento di malattie degenerative, trovò l'interesse che meritava. Come una più di tanti scienziati che hanno avuto la prodezza di discutersi i
conoscenze acquisite, ella lavorò senza appoggio né sovvenziona. Nel chiuso mondo del potere stabilito, non c'è posto per i dissidenti, soprattutto se non promettono vendite.

Furono i suoi successi clinici con malati gravi quelli che gli proporzionarono un prestigio crescente. A poco a poco alcuni medici giovani si informarono sui suoi lavori e col passo del tempo Lei creó l'Association gli Prescrivi Kousmine
Internationale, con sede in Dijon il cui finalità è quella di proseguire e divulgare le sue investigazioni.

La Dottoressa Kousmine nacque in Russia in 1904, nel seno di una famiglia sistemata. Da 1908 suo padre, piccolo industriale, la porta a passare l'inverno alla Svizzera. In 1916, a causa della guerra, Lei insatalan definitivamente in quello paese. Negli anni 40 -conto il suo libro Salvi il suo Curepo - l'indice di cancri aumentava.

Pensai che doveva cercare di comprendere questa malattia. Installai un laboratorio nella cucina del mio appartamento e stavo studiando topi per 17 anni. Cercai in quello
istituto Curie di Parigi una specie di topo che sviluppava cancro mammario in un 90 percento di casi.

In detto Istituto erano alimentate con compresse nutritive, ma io non potevo pagarli e dava loro pane secco, grano integrale, carote crude e lievito di birra. Cioè, mescolava un'alimentazione naturale con un'altra
devitalizzata, come il pane bianco. La proporzione di tumori discese al 50 percento. Al principio non compresi la causa, ma più tardi seppi che erano gli alimenti crudi e naturali quelli che diminuirono di forma tanto importante l'indice di
tumori.

La Dottoressa Kousmine ha messo a disposizione di medici e malati una lunga esperienza per prevenire e trattare malattie degenerativfas. Cosciente del disinteresse dei suoi colleghi, affermò: il cambiamento di mentalità passerà per i malati, non per i medici. L'essenza del suo messaggio è che ognuno di noi è il diretto responsabile della sua salute. Il suo concetto ippocratico di

Siamo Quello Che Mangiamo E non ci sono Malattie Degenerative Senza Intossicazione Cronica Dell'Intestino dió forma al suo metodo, basato in 4 pilastri:

Alimentazione sana: bisogna ridurre le proteine animali e grasse sature,

sopprimere gli zuccheri, farine ed olii raffinati e sostituirli per alimenti freschi, grani interi ed olii pressati in freddo.

Pulizia intestinale: le malattie degenerative vanno strettamente vincolate all'intossicazione cronica che incomincia nell'intestino ed il fegato.

La pratica regolare di clisteri fa parte del suo metodo.

Alcalinizzazione dell'orina: la dieta occidentale è adificante. Per neutralizzare detta acidità l'organismo deve ricorrere alle sue riserve di sali minerali, creando si unisca carenza degli stessa che deve correggere.

Suplementación con vitamine e minerali: la dieta occidentale è eccessiva, ma creda molte carenze, in questione di vitamina F, consumando olii raffinati e grasse sature. I supplementi in vitamine e minerali
facevano anche parte del suo metodo.

Il risultato di mettere in pratica questo metodo è che ai pochi mesi aumenta il potenziale di salute e benessere del paziente.

MODELLO DIETETICO KOUSMINE DI MANTENIMENTO.

COLAZIONE.

CREMA BUDWIG:

Battere in crema 4 cucchiaiate di caffè di formaggio scremato bianco (tra il 0-20 percento di materia grassa) o yogurt scremato con 2 cucchiaiate di caffè di olio di girasole, lino o germe di grano Pressato In Freddo (non raffinato). L'emulsione deve essere completa, per lui quale si batterà vigorosamente l'olio col latteo mediante una forchetta.

Aggiungere il succo di 1/2 limone, 2 cucchiaiate di caffè di un
cereale integrale appena macinato, 2 cucchiaiate di caffè di un frutto oleoso appena macinato (o informo) e per addolcire si userà 1 banana raggrinzita matura o un po' di miele, zucchero di canna o frutti secchi. Al miscuglio può aggiungersi
alcuno frutta di stagione. Noi consigliamo la mela, ma può essere un'altra frutta.

Commento sugli ingredienti: i cereali ad utilizzare possono essere l'avena, il riso, orzo, mais, miglio. In caso di intolleranza al glutine o celiaquía, si eviterà il grano, drena, orzo e segale e si sostituirà per miglio, grano
saraceno, riso. Se si soffre di stipsi, è migliore l'avena, se c'è al contrario diarrea, è migliore il riso integrale.

Non mescolare cereali lo stesso giorno. In quanto ai frutti oleosi, scegliere 1 o 2 per giorno: neces, mandorle,
nocciole, pinoli, pipe di girasole, pipe di zucca, sesamo, etc.

Quelli che abbiano intolleranza ai lattea, soffrono artrite, eczemi, etc. è migliore evitarli e sostituirli per: yogurt di soia, tofu oppure crema di mandorle o di sesamo che non abbia zucchero (di vendita in negozi dietetici).

Quelli che preferiscano mangiare a parte gli ingredienti, possono farlo. In questo caso può sostituirsi la farina di cereali per un buon pane integrale, aggiungerlo un po' di olio di girasole oppure crema di sesamo. O semplicemente mangiare il pane integrale con frutti oleosi, un po' di formaggio tenero e frutta.

MUESLI:

Questa colazione non è della Dra. Kousmine, bensì del Dr. Bircher-Benner, anche della Svizzera. Costituisce un'alternativa, ma allora bisogna prendere a parte l'olio
di girasole o sostituirlo per frutti oleosi. Per confezionare il muesli si procede della seguente forma: spremere il succo di mezzo limone e di mezza arancia (o di un'arancia intera) e lasciare inzuppare in lui 2 cucchiaiate superi di fiocchi di cereali.

Nel frattempo grattugiare una mela, aggiungere 1 yogour scremato e mescolarlo coi fiocchi ed il succo. Può essere aggiuntlo guscio di limone grattato ed addolcire con un po' di miele. Se non ci sono problemi di peso, può arricchirsi
con frutti secchi od oleosi.

ALTRE OPZIONI:

Per i pigri, un'altra opzione consiste in mangiare frutta di stagione alla quale possono aggiungere un po' di pane integrale o frutti secchi od oleosi.

QUELLO CHE NON DOVREBBE FARE COLAZIONE:

Caffè con latte, fette biscottate di pane bianco, burro, marmellata, croissan, pasticceria in generale. È importante che i bambini smettano di mangiare pasticceria, perché lontano da alimentarli, creda loro carenze alimentarie, stipsi, carie, scende loro le difese, etc. Neanche insistere nel latte se non piace loro, perché è molto alergénica. Preparagli un sacchetto con frutti secchi, pipe crude, noci, etc. e frutta di stagione.

PRANZO.

25 percento di alimenti crudi (insalata varia alla quale si aggiungerà qualche germinato).
25 percento di verdure lesse o migliore al vapore.
25 percento di cereali integrali (o patata, anche al vapore).
25 percento di proteine animali (pesce, uovo, pollo, a Lei rposible di payés e non di fattoria).
I vegetariani possono sostituire questo comma per un 25 percento di legumi secchi (lenticchie, fagioli, ceci, fave, piselli, soia, etc.) oppure alcuni frutti oleosi (noci, mandorle, avallanas) crudi.

Complementi: Condire l'insalata e verdura con olii pressati in freddo, non raffinati (la Dra. Kousmine consigliava l'olio di girasole, benché nello Stato
spagnolo esiste più tradizione dell'olio di oliva. Di tutte forme deve essere vergine, di prima prensione in freddo). possono confezionarsi salse per rialzare il sapore degli alimenti, dato che evitando le fritture, ferri da stiro, forni ad alta temperatura, etc., il sapore è più soave.

Le salse possono rialzare detto sapore senza l'inconveniente delle sostanze tossiche sorte per la cottura a
alta temperatura. Le alghe sono un gran complemento dietetico ed apportano molti minerali e vitamine.

Prostri: Le persone che non abbiano problemi digestivi od obesità, come i bambini e donne incinta o lattanti, possono aggiungere un dolce a base di frutta, yogurt, formaggio bianco, conserva di mela, etc. Evitare i dolci.
Il migliore dolce è la mela.

CENA.

1/3 di insalata.
1/3 di cereali integrali (qui si evita la proteina animale).
1/3 di verdura al vapore.
Gli stessi complementi che nel pranzo.

Un'altra opzione: Frutta di stagione alla quale può aggiungersi qualche complemento: zuppa di fiocchi di cereali, zuppa di patata e cipolla, zuppa di cipolla con pane integrale, semola integrale, pane integrale, yogurt, formaggio tenero, etc.

Questo metodo richiede conoscere un po' la forma di cucinare i cereali, legumi e verdure evitando le alte temperature (frittura, forno, stira, etc.). Il
meglio forma di cucinare è il vapore.

È conveniente evitare dolci, farine raffinate, pane bianco, olia riscaldati o raffinati, maiale e derivati, carni hormonadas, bibite artificiali ed alcoliche. Preferire frutte e verdure di coltivazione biologica. Dieta Kousmine in casi acuti o aggravamenti.
Come la dieta di mantenimento può praticarsi senza nessun problema, la cura che segue è consigliabile farle bassa vigilanza da un medico che conosca il metodo Kousmine o il Medicina Naturista.

La Dra. Kousmine consigliava una cura di 21 giorni divisa in 3 tappe:

Prima settimana:

Alimentarsi unicamente appena di frutta fresca in piccole quantità e succhi di frutte od ortaggi spremuti. Ogni boccone sarà masticato accuratamente. Per
la notte si applicherà un lavaggio intestinale seguito di un'instillazione rettale di olio di girasole o di lino.

Seconda settimana:

Si faranno 3 cibi al giorno composte di alimenti crudi. Frutta fresca, succhi, frutti secchi, grani oleosi, cereali germinati o macinati crudi, miele, polline, tuorlo di uovo biologico crudo, formaggio bianco padrone di casa, yogurt casalingo fatto con latte fresco, olio pressato in freddo e verdura cruda o insalata.

Vediamo il menù:

Colazione: frutta fresca + crema Budwig.
Mangi: insalata con olio vergine + una cucchiaiata di cereali macinati o germinati, formaggio bianco o tuorlo di uovo.

Cena: frutta, yogurt ed una cucchiaiata di olio vergine oppure frutta e frutti oleosi.

Terza settimana:
Si aggiungerà qualche cereral lesso e verdura al vapore. Nei due seguenti mesi si consiglia di evitare le altre proteine animali.

Alcalinizzazione di pH urinario.
La dieta occidentale è adificante. La Dra. Kousmine considerava che il pH dell'orina (cioè, il grado di acidità), dovrebbe l'acidità consigliava la presa di
alcuni sali basilari. Come per prendere detti sali è necessario il controllo medico, noi consigliamo di incominciare per la presa regolare di succo di limone, controllando
giornalmente durante 15 giorni o un mese il pH urinario mediante alcune strisce riattivi che si vendono in farmacie.

Tecnica: si controllerà domani il pH urinario a calza ed orinando in una striscia riattiva a metà pomeriggio e paragonando il colore che acquisisce con una scala di colori che viene nella scatola dal reagente. Annotare il risultato. Se il pH si mantiene in 7 è corretto. Se sta in meno di 6,5 bisogna incominciare prendendo succo di limone della seguente forma:

Si fa bollire cipolla e sedano per 20 minuti e si guarda il brodo nel frigorifero per varie volte. Mezz'ora prima di mangiare e cenare si prenderà una scodella di questo brodo (tiepido) col succo di limone. Questa pratica è molto disintossicante e riduce il livello di acidosi dell'organismo.

Il clistere o lavaggio intestinale.

Questa è una pratica fondamentale del metodo Kousmine. Secondo detto Dra., la maggior parte dei pazienti che consultano per malattie degenerative presentano confusioni intestinali croniche, come stipsi, diarrea, colon irritabile, flatulenza, brutte digestioni, male alito, etc.

Il clistere non è una pratica ben accettata per il paziente, perché spesso non indovina a comprendere che relazione esiste tra il suo intestino e la sua indisposizione.

Dottore, io venivo per una sinusite cronica.... È certo che a priori costa più capire una terapia causale che un trattamento che si limita a coprire il sintomo. In questo modo, prendere una pastiglia per calmare il dolore gli risulterà più comprensibile di fare una dieta per curare un'infezione.

Inoltre, gli effetti sono più lenti. Ma lì svolge un ruolo importante la convinzione del medico e la sua capacità di farsilo capire il malato.

Ovviamente, se la nostra alimentazione fosse corretta, la pratica di clisteri sarebbe non necessaria, ma questo non è il caso dell'alimentazione dell'occidentale.

In caso di malattie febbrili o infettive, la pratica del clistere può migliorare in poche ore la situazione, soprattutto se si accorda con una dieta liquida ed applicazioni di idroterapia. In questo modo possono evitarsi i farmaci soppressivi e lasciare che la crisi abbia il suo corso normale. È ideale per scendere la febbre ai bambini.

In malattie croniche dovranno realizzarsi clisteri
regolarmente (ogni 7 o 10 giorni) e durante fasi di aggravamento si realizzeranno perfino giornalmente. Astenersi in caso di dolore addominale acuto, rientro digestivo o qualunque problema grave, senza prima consultare col medico.

Tecnica: Riempire il deposito con 2 litri di acqua tibia ai quali si getterà un'infusione di camomilla o caffè (il caffè per via rettale produce un scarico di bile che aiuta a disintossicare il fegato). Appendere il deposito 1 metro al di sopra del livello del tronco. Fare uscire un po' di acqua per la cannula col fine da eliminare l'aria.

Chiudere il rubinetto ed applicare nella cannula un po' di olio per facilitare la sua penetrazione. Sdraiarsi nel suolo o nel letto sul lato sinistro ed introdurre la cannula con attenzione. Può impiegarsi anche di quattro zampe.

Una volta introdotta la cannula aprire il rubinetto e lasciare che si svuoti il deposito. Se nota dolore o desiderio di evacuare, interrompere il lavaggio, perché non ha senso sopportare. Dopo avere evacuato, riempire di nuovo il deposito e ritornare a
incominciare fino a riuscire ad introdurre la totalità del deposito.

Una volta sfollato, riempire una pera di 60 cc. con olio di girasole o di lino pressato in freddo (non raffinato) e vuotarlo nel retto. Questo olio, ricco in vitamina F, ejercirá un'azione rigenerante sulla mucosa intestinale.

Nei bambini la quantità di acqua deve essere molto piccola, tra 200 cc. a 500 cc., secondo l'età, procurando che l'acqua non stia né frigga né scaldi.

Suplementación con vitamine e minerali.

Questo è il quarto pilastro nel quale si basa il metodo Kousmine, dato che esistono multiple carenze dovute all'alimentazione con prodotti raffinati. Questo comma deve essere personalizzato dal terapeuta secondo le necessità di ogni paziente.

PERFAVORE FIRMA IL NOSTRO GUEST BOOK

TUTTA L'INFORMAZIONE CHE APPARE IN QUESTO WE SITE SI OFFRE A QUALUNQUE PUBBLICO DI MANIERA COMPLETAMENTE GRATUITA,

RICONOSCIAMO LA GRAN CERNIA DEL LAVORO E SFORZO DI GLI AUTORI DEL MATERIALE CHE QUI SI PUBBLICA. SI RISPETTANO TUTTI I DIRITTI INTELLETTUALI DI GLI AUTORI ED I SUOI TITOLARI.